Le luci d’emergenza sono una realtà degli ambienti lavorativi, ma stanno riscontrando un grande successo anche in ambito civile. La serie Infinita LED Beghelli è stata progettata per infinite possibilità d’installazione, di applicazione, di controllo e di diagnosi, ma soprattutto con un occhio attento all’autonomia e alla vita d’uso. Non per nulla tutti i prodotti Infinita LED sono garantiti dieci anni mentre le prestazioni sono supportate da ottime batterie al litio titanato. Della gamma fanno parte due apparecchi, ognuno dei quali ha una diversa ottica d’esercizio.

Infinita LED Beghelli

La gamma Infinita LED Beghelli

Infinita LED RTI è dotata di un sistema di diffusione luminosa RTI (Riflessione Totale Interna) che nasconde la sorgente LED evitando, così, fastidiosi e inopportuni fenomeni di abbagliamento. Il riflettore è a elevato controllo del fascio luminoso e, oltre a garantire un’elevata uniformità del pittogramma, permette di avere dei flussi luminosi ottimali, sia a parete sia a plafone (fino a 1700 lumen). Ciò permette, in ambienti con altezza di tre metri, installazioni con un interasse di 34 metri.

Infinita LED X5, invece, integra una lente centrale intercambiabile che genera cinque diversi fasci luminosi, proponendosi come la soluzione ideale per vie di fuga o per grandi aree. La possibilità di modificare la forma del fascio luminoso permette di aumentare la possibile altezza d’installazione o l’interasse nelle vie di esodo. Per esempio, in ambienti alti dodici metri, l'interdistanza fra i dispositivi può arrivare fino a 34 metri.

Elevata autonomia

Infinita LED Beghelli ha di serie un apparecchio AutoTest dotato di un’ora di autonomia e, agendo sul ponticello, questo valore può essere portato a tre ore. Il sistema di controllo, integrando una Centrale Cablecom, può essere evoluto in CentralTest. Infatti, il sistema usa la normale alimentazione della rete elettrica per l'avvio dei test diagnostici e come BUS di comunicazione per il controllo e la gestione a distanza dei parametri di ogni singolo apparecchio (autonomia e funzionamento). Adottando la versione Cablecom Connect, i risultati dei test sono inviati via Wi-Fi a uno smartphone. Inoltre, con un clic è possibile scaricare il registro delle manutenzioni periodiche previsto dalla norma UNI 11222.

Negli apparecchi è anche possibile attivare la brevettata e innovativa funzione Infinity Mode che, in caso di blackout, permette, attraverso BUS, la modalità di comunicazione Cablecom. Inoltre, terminata l’autonomia nominale, fornisce l’energia necessaria a mantenere acceso l’apparecchio con un flusso ridotto per un’autonomia infinita.