Sin dall’antichità siamo impegnati nella ricerca del miglior comfort domestico possibile. Vivere bene, piacevolmente e in salute è uno degli obiettivi che ciascuno di noi si prefigge di raggiungere nella propria vita. Questa ricerca del benessere non è mai stata così intensa come ai giorni nostri, anche perché sono moltissimi i dispositivi tecnologici che ci permettono sempre di più di vivere una vita serena e misurata sulle nostre esigenze e necessità.

comfort domestico

Da sempre la tecnologia opera per migliorare il nostro comfort, ma negli ultimi anni lo sta facendo a passi velocissimi, tanto da lasciarci spesso disorientati. Non è facile restare informati sulle ultime novità, e quasi ogni giorno esce sul mercato un nuovo dispositivo smart in grado di rendere la nostra vita più facile. Vediamo quindi, quali sono i principali elementi di benessere e come questi incidano sul comfort domestico. Esaminiamoli nel loro insieme, per poi approfondire ciascuno di essi, fino a sapere cosa fare per avere una casa che ci aiuti a stare in salute e nel massimo benessere possibile.

comfort domestico

Qual è la temperatura ideale?

La temperatura ottimale da avere in casa è di 20°, anche se in alcune specifiche stanze dell’appartamento, come cucina e camera da letto, può anche essere inferiore. Fortunatamente ora il mercato ci mette a nostra disposizione numerosi dispositivi intelligenti con i quali possiamo gestire qualsiasi situazione tramite smartphone e tablet, ovunque ci troviamo. Possiamo anche dotare ogni elemento riscaldante dell’appartamento di un elemento che permetta, accendendo e spegnendo quel singolo radiatore, di avere in ogni stanza una ben specifica temperatura. La stessa filosofia possiamo applicarla ai condizionatori, e quindi d’estate possiamo raffreddare i singoli ambienti portandoli sempre al miglior comfort possibile. Avere sempre la temperatura ideale in ogni stanza, oltre ad apportare importanti benefici alla nostra salute, ci permette anche di tenere sotto controllo le spese energetiche, a tutto vantaggio del portafoglio e di un minor inquinamento ambientale.

Umidità: né troppa, né troppo poca

Per il nostro comfort l’umidità dell’ambiente nel quale viviamo deve essere tenuta sotto costante controllo. Sono tante le cause che, nel nostro appartamento, portano a una crescita eccessiva dell’umidità. Dei panni stesi, il vapore che si genera con la cottura dei cibi, l’apertura delle finestre, gli inevitabili, e spesso invisibili, spifferi, e così via. Se il tasso di umidità supera l’80%, noi percepiamo, secondo la stagione e la temperatura ambientale, del caldo afoso o del freddo umido. Sono sensazioni poco piacevoli e poco salutari. Di contro, se l’umidità scende sotto il 20%, cominciamo ad avere problemi respiratori. Un valore ottimale assoluto non esiste, anche perché varia con la temperatura, ma possiamo dire che in casa dovremmo avere un tasso di umidità compreso tra il 35% e il 70%. Perché ciò avvenga costantemente dobbiamo disporre di un igrometro, che legga l’umidità presente in tempo reale, e di un regolatore d’umidità che attivi automaticamente tutti gli interventi necessari per avere sempre in casa il livello ottimale evitando tanto dei possibili problemi di salute, quanto la crescita e il proliferare di muffe sulle pareti.

Non sottovalutare mai la qualità dell'aria

Respirare è per noi un’azione così naturale che ci sfugge quanto sia importante per la nostra salute. Siamo istintivamente portati a credere che all’interno del nostro appartamento l’aria sia più salubre rispetto a quella inquinata presente all’esterno. Quasi sempre non è così. Infatti, gli inquinanti esterni trovano tranquillamente la strada per entrare nelle nostre case, e a questi si aggiungono gli inquinanti interni come esalazioni da detersivi, monossido di carbonio, fumo di tabacco, idrocarburi generati dalla cottura delle pietanze, acari della polvere e molto altro ancora. La prima cosa da fare è, quindi, arieggiare l’appartamento, e farlo più volte nella giornata. Ma possiamo fare anche di più, per esempio installando un depuratore d’aria che filtri e rimuova dagli ambienti domestici tutti quegli elementi nocivi che potrebbero essere dannosi per la nostra salute. A volte è sufficiente davvero poco per incrementare il nostro benessere e aumentare così le nostre aspettative di vita.

Un’illuminazione completamente al nostro servizio

Usiamo la nostra casa per mille scopi diversi: discutiamo seduti sul divano, leggiamo, mangiamo, lavoriamo, guardiamo la tv e così via. È probabile che per ognuna di queste attività serva un’illuminazione diversa che vada da un’elevate intensità, sino alla luce diffusa, per arrivare al buio totale, probabilmente passando per tutti i possibili step intermedi. Avere sempre a disposizione l’illuminazione ideale vuol dire avere a cuore la salute dei nostri occhi, e svolgere sempre ogni attività nel migliore dei modi. Lampadine e prese intelligenti, connesse via Wi-Fi e controllabile tramite app, ci permettono non solo di regolare l’intensità di ogni punto luce, ma anche di creare degli scenari che ci permettano, spingendo un solo tasto, di modificare tutte le fonti luminose dell’appartamento in un istante, trasformando completamente l’atmosfera presente nel nostro appartamento.